Trezeguet: “La Juve è casa mia, contento di poter giocare allo Stadium. Vi aspettiamo il 18 giugno per aiutare i bambini africani”

0

image

David Trezeguet ha partecipato alla conferenza di presentazione dell’Unesco Cup tra Juventus e Boca Juniors che si terrà il 18 Giugno, ecco le sue dichiarazioni: “Buongiorno a tutti. Prima di tutto vorrei ringraziare la società per avermi nominato presidente dei Legends. Tutti ci impegneremo per essere all’altezza del compito che ci è stato assegnato. Tornando al fatto sportivo devo dire che la mia storia alla Juve è stata piena di successi, di momenti belli, e sono onorato di vedere la Juve tornare a vincere. Crediamo fortemente che questa squadra possa andare alla grande anche in futuro. Questa iniziativa è stata portata avanti da Pessotto, in Giappone nell’ultimo viaggio ho visto grande affetto. Tornando al match del 18 giugno, incontreremo una grande squadra, anche se il mio cuore, come sapete, va da un’altra parte (il River, ndr). Per noi sarà una sfida bellissima, avremo dei grandissimi campioni in campo, e di questo sono molto contento, perchè mi sono ritrovato con miei idoli che ci tengono a fare bene per la Juve. Per quanto riguardo il discorso sociale, il presidente Agnelli ha ottimi rapporti con l’Unesco, noi scenderemo in campo per dare il massimo, speriamo in uno stadio pieno, la partita supporta qualcosa di molto importante. L’Africa ha bisogno di noi, cercheremo di dare qualcosa in più. Vi aspettiamo, speriamo che sia una festa e di poter essere all’altezza, visto che il tempo passa anche per noi. Vorrei ringraziare Enzo Pagani, venuto fin qui per promuovere la partita ed il Boca. Per me sarà un ritorno a casa in uno stadio nel quale non ho mai avuto il piacere di giocare. Grazie a presto”.

Che effetto ti fa vedere la Juve in semifinale di Champions, e che possibilità hanno i bianconeri di centrare la vittoria del trofeo.

“Ho molta fiducia nella squadra per il ritorno di Champions con il Real. Sono molto contento, la squadra, al di la dei successi, è molto unita ed ha voglia di fare la storia. La Juve ha grandi possibilità, e mi auguro che possa arrivare in finale. Il Barcellona lo avete visto anche voi, Messi ha dimostrato di essere di un altro pianeta, concentriamoci intanto sul ritorno con il Real. I ragazzi sono consapevoli della loro qualità, siamo contenti che sia così”.

Che giudizio dai alla stagione di Tevez, e se può essere considerato il suo erede in bianconero.

“Io e Carlos siamo giocatori diversi, ma ha quel sangue sudamericano che in qualche modo ci unisce. E’ un grande giocatore, vuole sempre vincere, sempre giocare, e per la Juve è una fortuna avere a disposizione un campione simile. E’ determinato a portare la Juve in vetta in Europa”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.