Il tesoro della Champions sarà investito per puntellare il parco attaccanti…

0

I successi conquistati sul campo dalla Juventus non solo danno prestigio al club, ma incrementano il patrimonio finanziario. La conquista della semifinale di Champions League, ha fatto sì che nelle casse bianconere arrivasse il ricco bottino 7,5 milioni di euro che sommato agli introiti derivanti dal passaggio dei gironi e degli ottavi ammonta a 97 milioni, un tesoretto che potrebbe essere incrementato da altri 11 milioni in caso si arrivasse in finale. La dirigenza di Corso Galileo Ferraris ha in mano un tesoro da investire sul mercato per potenziare la rosa. Già quest’estate si è accaparrata di campioni del calibro di Pjanic e Higuain, ora ha necessità di rinforzare il reparto offensivo, in modo da poter continuare con l’assetto tattico del 4-2-3-1. Con l’infortunio di Pjaca che a causa della rottura del legamento crociato starà fuori dai giochi fino a settembre-ottobre, bisognerà acquistare un esterno d’attacco. I papabili per questo ruolo sono Douglas Costa del Bayern Monaco, Federico Bernardeschi della Fiorentina, Angel Di Maria del Paris Saint Germain e Thomas Lemar del Monaco. Il nome più gettonato è quello del brasiliano che ha dichiarato più volte di non essere più felice tra i bavaresi e dopo la conquista della semifinale da parte della Juventus, ha strizzato l’occhio ai bianconeri mettendo due “like” alle foto dei festeggiamenti postate da Bonucci su Instagram. Tra la dirigenza di Corso Galileo Ferraris e i tedeschi intercorrono buoni rapporti per gli affari ancora in corso di Coman e Benatia. Più difficile potrebbe essere la trattativa per arrivare a Bernardeschi perché i viola sono da sempre ostili in campo e sul mercato con il club di Agnelli. Da un anno a questa parte, 007 zebrati sono sulle tracce di Lemar che uno dei talenti più promettenti del Monaco.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.