Lippi: “Si è creato un campionato equilibrato, che ha fatto rallentare la Juventus. I bianconeri ha fatto un rinnovamento molto forte e sono stati colpiti da tanti infortuni”

0

marcello-lippi-2

Marcello Lippi ha rilasciato un’intervista a Radio Due. Ecco le sue dichiarazioni riportate dal sito TuttoJuve.com: “Quest’anno non c’è una squadra che è partita col piede sull’acceleratore, tutte hanno avuto un problema, chi di rinnovamento, chi per l’allenatore nuovo, chi per infortuni. L’Inter è partito bene poi si è fermato, il Napoli non bene poi è stato bravo Sarri, Fiorentina e Roma stanno andando bene. Si è creato un campionato equilibrato, che ha fatto rallentare la Juventus: forse un rinnovamento troppo forte per i bianconeri, ma anche tanti infortuni, oltre a cessioni pesanti. Ora è a otto punti, ma la vedremo lottare fino in fondo. Le squadre che danno le maggiori garanzie di compattezza sono Napoli e Roma, allo stesso livello. Il Milan può rientrare, ma possono rientrare tutte, manca tanto alla fine del campionato. Io ho allenato l’ultima generazione nel passaggio dalla difesa a uomo a quella a zona; passare alla difesa a zona è facile, è sbagliato pensare che così non si marchi l’uomo. Ora invece i ragazzi che nei settori giovanili hanno imparato la marcatura a zona trovano grandi difficoltà nel passaggio al gioco dei grandi. Ferrara e Cannavaro sono cresciuti con l’abitudine a mordere l’avversario, ora basta una finta e l’attaccante prende due metri”.

Su Zinedine Zidane per capirsi: “Buffon sollecitò l’attenzione del guardalinee, non era previsto l’utilizzo delle immagini televisive, ma in quel momento furono utilizzate per la segnalazione del guardalinee”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.