Boksic a Tuttosport: “Mandzukic è fortissimo segna tanto ed è un professionista serio”

0

Foto LaPresse - Fabio Ferrari
Foto LaPresse – Fabio Ferrari

L’ex attaccante della Juventus Alen Boksic, ha parlato del suo connazionale e nuovo acquisto della Juventus Mario Mandzukic. Ecco le sue dichiarazioni riportate dal sito Tuttosport.com:

Boksic, diciannove anni dopo la sua esperienza in bianconero, ecco un altro centravanti croato nella Juventus. “E’ un grande, Mario. Per lui faccio uno strappo alla regola, visto che da quando ho terminato l’impegno con la Nazionale mi sono riproposto di parlare il meno possibile di pallone”.

Dalla voce sembra molto felice. “Sono contento per lui e per la Juventus. Per Mario, dopo Atletico Madrid e Bayern Monaco, si tratta di un’altra avventura in uno dei 5 top club d’Europa. I bianconeri hanno ingaggiato un giocatore fortissimo”.

Mandzukic non è un nuovo Boksic e nemmeno un altro Tevez. “Mario è un vero finalizzatore, abile soprattutto in area, sui palloni alti. Tevez predilige maggiormente svariare e indietreggiare a prender palla. Hanno caratteristiche diverse, ma entrambi sono giocatori di livello internazionale”.

Il ct della Croazia, Niko Kovac, ha definito Mandzukic “un combattente”. !E’ vero, sarebbe riduttivo definirlo semplicemente un uomo d’area: Mandzukic è un lottatore ed è utilissimo anche in fase difensiva, quando c’è da pressare gli avversari”.

Lei alla Juventus ha indossato la maglia numero 9, attualmente occupata da Morata. Adesso alla Juventus è libera la 10 di Tevez: come la vedrebbe sulle spalle poderose del suo connazionale? “Mah… questi sono discorsi che appassionano voi giornalisti. I numeri che contano non sono quelli di maglia, bensì quelli che si ottengono alla fine della stagione. Vedrete: il prossimo giugno tanto Mandzukic quanto la Juventus saranno soddisfatti delle cifre ottenute”.

Quanti gol si aspetta? “Mario è un centravanti da 20 gol: lo ha dimostrato prima al Bayern Monaco, dove aveva accanto due fuoriclasse fantastici come Robben e Ribéry, e poi all’Atletico Madrid. Si confermerà su questi livelli anche alla Juventus”.

Un ottimismo che magari farà ricredere quella piccola parte di tifosi un po’ scettica. “Sono ottimista perché è un ragazzo che conosco molto bene. Quando lavoravo per la Nazionale siamo stati assieme per un anno e mezzo. E’ un ragazzo serio, motivato e abituato a giocare nei grandi club. E poi ha la mentalità giusta per questo tipo di avventura”.

Cioè? “E’ un vincente, come la Juventus. La mentalità è la medesima, proprio per questo sono certo che Mario si ambienterà immediatamente a Torino”.

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.