Allegri: “Preferisco giocare male e vincere che giocare bene e pareggiare…”

0

Massimiliano Allegri, intervenuto in conferenza stampa al termine della partita contro il Palermo, ha ammesso che la squadra ha giocato male anche perché ha trovato un Palermo tosto galvanizzato dalla vittoria della trasferta bergamasca e che non aveva nulla da perdere, mentre i bianconeri accusano un po’ di fatica. Il tecnico comunque preferisce che la squadra giochi male e vinca piuttosto che giochi bene e pareggi. Ecco le sue dichiarazioni:

Il Palermo l’ha messa un po’ in difficoltà con Rispoli e Aleesami. La scelta di Dani Alves e Alex Sandro può essere stata un po’ azzardata?
“Assolutamente no. Per noi era importante vincere oggi. Sapevamo che il Palermo veniva da due risultati importanti, perchè aveva fatto quattro punti in due trasferte. E’ una squadra che tecnicamente ha un potenziale importante, sicuramente nel corso dell’anno lo dimostrerà con la crescita dei giocatori. E’ in salute, fisicamente ha retto la Juventus, noi abbiamo giocato male tecnicamente, un po’ per stanchezza, un po’ forse per troppa imprecisione e su questo dobbiamo lavorare. La cosa positiva è che abbiamo portato a casa un risultato importante, i ragazzi sono stati molto bravi. Queste a volte rischi di pareggiarle, alla fine non abbiamo subito grandissime cose anche nel rush finale del Palermo. Oltretutto siamo rimasti in dieci e c’è stata partecipazione da parte di tutti, a partire dalle punte fino a Buffon, nel voler portare a casa il risultato. Questo vuol dire che bisogna migliorare e lavorare”.

Hai detto che Inter-Juve era la peggior partita degli ultimi 30 anni. Quelle dopo bisogna vedere come le collochi. Questa era brutta davvero?
“Era importante perchè oggi avevamo due obiettivi: uno vincere che è la cosa che conta nel calcio, due non prendere gol, perchè noi finora abbiamo sempre preso gol, in una sola partita non abbiamo preso gol in campionato, a Roma con la Lazio e col Cagliari. Abbiamo subito 4 gol, oggi era importante non subire gol. Ci sta di giocare male, in un campionato le partite si giocano male, però bisogna vincerle, questa è la cosa importante, perchè a me sentir dire che la Juventus gioca molto bene e poi pareggia…. oggi magari giocavi meglio e pareggiavi…. allora preferisco giocare male e vincere. La Juventus deve comunque giocare meglio. Siamo arrivati alla quinta partita con un po’ di stanchezza e abbiamo trovato anche un ottimo Palermo, che non aveva pressione addosso, veniva da due risultati importanti e vincere 1-0 fa sempre bene. Un’altra vittoria 3-0 ci faceva sicuramente allentare l’attenzione e la tensione”.

Asamoah e Rugani come stanno?
“Rugani l’ho visto in piedi, credo abbia preso una botta, comunque domani valuteranno sia lui che Asamoah. Asamoah, sperando che non sia niente, l’ho lasciato sul lettino e vediamo anche lui domani. E’ il ginocchio, dispiace, perchè era un giocatore recuperato e magari rischiamo di perderlo per un po’ di tempo, speriamo per poco”.

Sei preoccupato in vista di martedì per il gioco?
“No, martedì giocheremo sicuramente un’altra partita sicuramente a livello tecnico, perchè poi le partite in Europa di solito si sviluppano meglio. Non sarà una partita semplice però noi abbiamo un risultato, perchè da martedì passa molto per la qualificazione. Noi martedì abbiamo un risultato, quello della vittoria”.

Perché non hai sostituito Rugani con un altro difensore?
“Ho messo Cuadrado, un giocatore più offensivo, perchè in quel momento c’era bisogno di un giocatore più offensivo, di dare magari più una sveglia alla squadra. Poi tra l’altro Cuadrado ha fatto molto bene anche la fase difensiva”.

Advertisements

Potrebbe piacerti anche Altri di autore

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.